CAMPIONATO SERIE A 2020/2021 - 10a giornata di andata
CHIUDI
 
-

Roma-Sassuolo 0-0

-

PER I PIÙ DISTRATTI:
I primi quattro posti in classifica del campionato, valgono la partecipazione alla Champions League dell'anno successivo. I relativi e copiosi introiti economici, per le società partecipanti fanno tutta la differenza del mondo in termini di gestione finanziaria e di mercato calciatori, nei confronti di chi, fuori da quelle quattro, non potrà disporre di quelle cifre.
Possiamo quindi pensare male, quando un arbitraggio condiziona un risultato?

Ammonizioni ad minchiam; espulsione di Pedro e poi di Fonseca che chiede solo rispetto per la sua squadra; gol di Mkhitaryan prima convalidato dall'arbitro e poi annullato dal VAR; fallo da rosso diretto punito solo col giallo da Maresca di Napoli, decisione che il VAR (Guida di Pompei) poteva e doveva tramutare in espulsione (com'era giusto fare, esaminando l'intervento col piede a martello di Obiang sulla caviglia di Pellegrini, peraltro poi costretto ad uscire); fallo di mano in area di Ayhan che nè Maresca, né tantomeno il suo conterraneo al VAR, giudicano da rigore.
I dopo partita, come sempre accade quando si tratta di Roma, pullulano di mille giustificazioni ed approvazioni alla conduzione arbitrale da parte di ex colleghi ora opinionisti (oste com'è er vino?), ma la sensazione è che oggi la Roma avrebbe meritato molto di più del pareggio e con un altro arbitro le cose sarebbero sicuramente andate in un'altra e più positiva direzione.

Un primo tempo che ha visto la Roma aspettare il Sassuolo, lasciando alla squadra di De Zerbi il possesso palla, ma senza mai fornirle occasioni e sempre pronta a sfruttare le ripartenze. Uniche conclusioni degne di nota infatti, quelle dei giallorossi verso la porta difesa da Pegolo. La doppia ammonizione di Pedro (giusto per lui il secondo giallo, non altrettanto il primo) lascia la Roma in 10 a cinque minuti dall'intervallo e di fatto stravolge i piani dei due allenatori. Il riassetto della Roma costretta in dieci uomini, confonde le idee agli avversari che subiranno per tutti i 55' restanti, il predominio giallorosso. Lo dirà anche De Zerbi a fine partita "...Nel secondo tempo, anche se erano in 10, meritavano più loro..." Mettici poi ad un quarto d'ora dalla fine, la mancata espulsione di Obiang che avrebbe riequilibrato le due squadre ed all'82' il rigore negato alla Roma...

DUE PESI E DUE MISURE
Non ci sarebbero dubbi, né lamentele e né "brutti pensieri", se il metro di giudizio negli arbitraggi e nella gestione del VAR fosse sempre lo stesso in tutte le partite e con tutte le squadre. I dubbi vengono quando situazioni identiche vengono giudicate in maniera diametralmente opposta.
Due, tra i millemila di sempre, gli esempi di oggi:

  • Obiang a Roma non viene espulso, mentre in Crotone-Napoli in una situazione identica (arbitro che giudica da giallo l'intervento piede a martello di Petriccione su Demme e VAR che invece ne decreta l'espulsione) il Napoli gioca tutto il secondo tempo in 11 contro 10 e dilaga 4-0;

  • il rigore negato alla Roma per un fallo di mano "ravvicinato" di Ayhan, viene invece concesso contro la Samp al Milan (che con questo arriva a 8 rigori a favore in 10 partite) per un mani altrettanto "ravvicinato" di Jankto e che vale il vantaggio rossonero.
    Dulcis in fundo, "viene negato al 69’ un rigore alla Samp: Romagnoli salta e con il braccio largo colpisce sul volto Damsgaard. Calvarese non fischia, il VAR non può intervenire perché l’entità del contatto è valutabile in campo, ma sarebbe da penalty" (Gazzetta.it)

Ma di che vogliamo ancora parlare?

Daje Roma!
Sandro



  • ROMA: Mirante; Ibanez, Cristante, Kumbulla (43' st Jesus); Karsdorp, Pellegrini (38' st Diawara), Villar, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko (40' st Mayoral).
    A disposizione: Lopez, Farelli, B. Peres, Calafiori, Fazio, Darboe, Milanese, C. Perez.
    Allenatore: Fonseca.


  • SASSUOLO: Pegolo; Ayhan, Marlon, Ferrari, Rogerio (37' st Kyriakopoulos); Obiang (40' st Bourabia), Locatelli; Berardi, Lopez (1' st Raspadori), Boga (28' st Haraslin); Djuricic (28' st Traore).
    A disposizione: Turati, Magnanelli, Peluso, Muldur, Toljan, Oddei, Schiappacasse.
    Allenatore: De Zerbi.
  • Arbitro: Maresca di Napoli
  • Ammoniti: VILLAR, MIRANTE, KARSDORP, Lopez, Raspadori, Obiang
  • Espulsi: PEDRO al 41' P.T. per doppia ammonizione e FONSECA a fine primo tempo per proteste


RISULTATI DELLA GIORNATA
05.12.2020
SPEZIA-LAZIO 1-2
JUVENTUS-TORINO 2-1
INTER-BOLOGNA 3-1

06.12.2020
VERONA-CAGLIARI 1-1
PARMA-BENEVENTO 0-0
ROMA-SASSUOLO 0-0
UDINESE-ATALANTA (RINVIATA)
CROTONE-NAPOLI 0-4
SAMPDORIA-MILAN 1-2

07.12.2020
FIORENTINA-GENOA 1-1