Romamor il sito della squadra Campione d'ItaliaHOME PAGERomamor il sito della squadra Campione d'Italia
BACK

CAMPIONATO - IL GIRONE DI RITORNO

HOME
PREMESSALA SQUADRACAMPIONATOANDATACOMMENTICOPPA UEFACIRCO MASSIMO

LA ROMA È CAMPIONE D'ITALIA

17/06/2001 - 34^ GIORNATA (17^ di ritorno)

ROMA - PARMA 3-1

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina (20' st Mangone), Samuel, Zago, Cafu, Tommasi, Emerson, Candela, Totti, Batistuta (35' st Delvecchio), Montella (35' st Nakata). (22 Lupatelli, 25 Guigou, 7 Di Francesco, 4 Zanetti).
All. Capello.

Parma (3-4-1-2):

Buffon, P.Cannavaro, Thuram, F.Cannavaro, Sartor (8' st Amoroso), Sensini, Almeyda (30' st Benarrivo), Falsini, Fuser (12' st Boghossian), Di Vaio, Milosevic. (99 Guardalben, 38 Banguoura, 70 Mboma).
All. Ulivieri.

Arbitro: Braschi di Prato
Angoli: 3-1 per la Roma.
Recupero: 2' e 0'
Ammonito: Almeyda
Spettatori: 74.773, incasso lire 4.119.225.000.
Note: la partita e' stata interrotta al 40' st per 13' per invasione pacifica del campo.

I gol:

19' pt: Emerson per Candela sulla sinistra, cross al centro, velo di Montella per Totti che al volo di destro scarica di potenza e insacca.

39': Batistuta parte in contropiede, il suo tiro viene respinto da Buffon, interviene Montella che mette dentro.

33' st: Batistuta chiude i conti: su lancio perfetto di Montella, si libera di Paolo Cannavaro e spara una cannonata a Bu

37': Ormai appagata, la Roma concede il gol della bandiera a Di Vaio, che riceve da sinistra e appoggia verso Antonioli, che lo lascia passare. Poverino, è figlio di mamma anche lui !!!


10/06/2001 - 33^ GIORNATA (16^ di ritorno)

NAPOLI - ROMA 2-2

Napoli (3-5-2):

Mancini, Baldini, Fresi (1' st Saber), Quiroga, Baccin, Pecchia, Husain, Jankulovski, Bocchetti (20' st Amauri); Edmundo, Amoruso (25' st Moriero). (16 Mondini, 30 Pineda, 26 Tedesco, 27 Sesa).
Allenatore:Mondonico.

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Zago, Cafu, Tommasi (38' st Montella), Emerson, Di Francesco, Totti, Delvecchio (10' st Zanetti), Batistuta. (22 Lupatelli, 28 Mangone, 25 Guigou, 5 Assuncao, 8 Nakata).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Treossi di Forlì.
Angoli: 5-0 per la Roma
Recupero: 2 minutI (p.t.) e 3 minuti (s.t.).
Ammoniti: Fresi, Di Francesco, Pecchia, Bocchetti.
Spettatori: 40.000 (di cui 20.000 romanisti)

I gol:

37' pt: Lancio di Pecchia per Amoruso che taglia al centro e insacca rasoterra sull' uscita di Antonioli.

42' pt: Calcio d'angolo da sinistra. Lo batte Totti: Mancini per farfalle, irrompe Batistuta che di piatto mette in rete.

7' st: Cafu per Totti. Stop di petto, (spinto da Husain la palla tocca anche il braccio) e destro potente che piega le mani a Mancini.

36' st: Fallo inesistente di Samuel sul resuscitato Moriero e punizione dal limite. Tira male Pecchia, (che voleva scavalcare la barriera) la palla filtra a mezz'altezza attraverso una colpevole barriera, Antonioli tocca, ma non ferma la palla che finisce in rete.

COMMENTO ALLA GIORNATA:

la Juve passeggia 3-0 a Vicenza, contro una squadra mai pericolosa, anche perchè priva di molti giocatori (infortunati e squalificati ad arte);

la Lazie strapazza una Fiorentina che, per mano del suo pseudoallenatore Mancini (ex laziale, ma forse ancora stipendiato da Cragnotti), scende in campo senza i pezzi migliori: Toldo, Rui Costa e Chiesa, relegati in panchina per "risparmiarli in vista della finale di coppa italia, contro il Parma, mercoledì";

la Roma invece, pareggia contro un Napoli che, dopo aver preso schiaffi per tutto il campionato, ritrova improvvisamente in un sol colpo, unità di spogliatoio e stimoli.
Sarà forse merito dell'allenatore, che in queste ultime due settimane (domenica scorsa non si è giocato, a causa della partita della nazionale) è riuscito a far capire il suo gioco "spumeggiante", fatto di schemi d'attacco, sovrapposizioni, triangolazioni, diagonali, ripartenze.... (altro che Zeman!) ai campioni (basta vedere la formazione) di cui dispone?

O forse il merito di questa improvvisa resurrezione partenopea è del presidente Corbelli (neofita, si dichiara, del calcio, ma con una grande capacità di gestione della comunicazione) che ha fatto e detto di tutto, in queste due settimane, per creare il giusto clima di tensione, promettendo 20mila biglietti (in diretta radiofonica a Radio Radio) ed un intero settore riservato ai tifosi romanisti, salvo inviarne poi 2500 e scusandosi, forse perchè non poteva far torto ai milioni di napoletani che volevano assistere all'evento storico (la salvezza). Le cronache riportano di almeno 20mila biglietti invenduti!

Altra grande prova di fine comunicatore, il neofita del calcio l'ha data insinuando in settimana, di probabili accordi tra il Parma, ormai qualificato per la Champion League, e il Verona, concorrente per la salvezza. Risultato: Parma-Verona 1-2. Se questo contribuisse alla retrocessione del Napoli, ci dispiacerebbe caro presidente, ma si sa': questo calcio non è fatto per uomini puri e onesti come lei!

Ultima chicca: una rete metallica dietro la quale sono stati reclusi i tifosi romanisti, un'offesa alla dignità e una mancanza di rispetto nei riguardi di una tifoseria, sicuramente non peggiore di quella che l'ospitava, il cui unico torto è quello di seguire ovunque, e in maniera massiccia, la propria squadra. Teniamolo presente, cari Presidente Sensi e sindaco Veltroni, quando (tra qualche anno) i napoletani, tornati in serie A, ci verranno a far visita all'Olimpico!


27/05/2001 - 32^ GIORNATA (15^ di ritorno)

ROMA - MILAN 1-1

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Zago, Cafu, Tommasi, Assuncao (30' st Zanetti), Candela, Totti (48' st Nakata ), Batistuta, Delvecchio (1' st Montella). (22 Lupatelli, 4 Zanetti, 7 Di Francesco, 23 Rinaldi, 28 Mangone).
Allenatore: Capello.

Milan (10-1):

Rossi, Helveg, Roque Junior, Maldini, Coco, Guglielminpietro (34' st Chamot), Kaladze, Giunti, Serginho, Shevchenko (48' st Leonardo), Comandini (24' st Garcia). (12 Abbiati, 11 Jose Mari, 20 Bierhoff, 26 Sala).
Allenatore: C. Maldini.

Arbitro: Cesari di Genova.
Angoli: 6-1 per la Roma
Recupero: 2 minuti (p.t.) e 5 minuti (s.t.).
Ammoniti: Giunti, Kaladze, Montella, Batistuta, Maldini, Samuel, Serginho
Espulsi: 14' st Candela e Kaladze (reciproche scorrettezze), 21' st Serginho (proteste)
Spettatori: 71.407

IL GOL:

46' pt: Dopo un primo tempo passato completamente nell'area milanista, ecco un corner per il Milan: lo batte Serginho, Coco salta incontrastato al centro dell'area e di testa infila l'angolo alla sinistra di Antonioli.

19' st: Avanza Montella poco spostato sulla destra, dribbling su Giunti, occhiata a Rossi fuori dai pali e splendido pallonetto sotto il sette.


20/05/2001 - 31^ GIORNATA (14^ di ritorno)

BARI - ROMA 1-4

Bari (1-3-4-2):

Narciso, Neqrouz, Sibilano (24' st Ingrosso), Innocenti, Mazzarelli, Bellavista (35' st Marcolini), Andersson, Said, Del Grosso, Spinesi, Osmanovski (29' st Callauto). (35 Spadavecchia, 17 Perrotta, 20 Valdes, 27 Anaclerio).
Allenatore:Sciannimanico.

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Samuel, Zebina, Zago, Cafu (31' st Di Francesco), Assuncao, Tommasi (1' st Guigou ), Candela, Totti, Batistuta, Montella (35' st Nakata). (22 Lupatelli, 21 Balbo, 23 Rinaldi, 28 Mangone).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Farina di Novi Ligure.
Angoli: 7-1 per la Roma
Recupero: 2 minutI (p.t.) e 3 minuti (s.t.).
Ammoniti: Bellavista, Tommasi.
Espulso: 31' pt Innocenti (VAFFANCULO all'arbitro)
Spettatori: 33.906 (di cui 25.000 romanisti)

I gol:

29' pt: rinvio della difesa barese, Candela prende palla e palleggia due volte senza farla rimbalzare; tiro al volo dal limite dell'area e il pallone si infila nel sette, UNA PERLA !!

44' pt: triangolo Zago, Totti, Zago; tiro del brasiliano e respinta di Narciso; la palla arriva a Batistuta che la mette in rete facendola passare tra le gambe di un difensore.

25' st: lancio di Batistuta sulla sinistra per Guigou che crossa sul secondo palo: tuffo di Cafu che di testa mette in rete.

44' st: discesa di Assuncao e splendido assist per Batistuta che, con un diagonale da limite, batte Narciso per la quarta volta.

45' st: distrazione difensiva della Roma: assist di Marcolini per Spinesi che taglia al centro e in giravolta batte l'incolpevole Antonioli.


12/05/2001 - 30^ GIORNATA (13^ di ritorno)

ROMA-ATALANTA 1-0

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Aldair (1' st Mangone), Cafu, Tommasi, Zanetti , Candela, Totti (14' st Nakata), Batistuta, Montella (38' st Delvecchio). (22 Lupatelli, 23 Rinaldi, 7 Di Francesco, 25 Guigou).
Allenatore: Capello.

Atalanta (4-4-2):

Pelizzoli, C.Zenoni, Carrera , Siviglia, Lorenzi , Berretta, Zauri, Rossini (25' st Donati),Dundjerski, Doni (30' st Ganz), Nappi (21' St Ventola). (12 Pinato, 2 Rustico, 15, 28 , 6 Gallo, 18 Espinal).
Allenatore: Vavassori.

Arbitro: Treossi di Forli'.
Angoli: 9-7 per la Roma
Recupero: 2 minuti (p.t.) e 4 minuti (s.t.).
Ammoniti: Zauri e Berretta per comportamento non regolamentare, Lorenzi e Zanetti per gioco falloso, Zebina per proteste
Spettatori: 64.013

IL GOL:
18' st - Angolo di Nakata dalla sinistra, Montella al centro dell'area anticipa Siviglia di sinistro e batte Pelizzoli.


6/05/2001 - 29^ GIORNATA (12^ di ritorno)

JUVENTUS - ROMA 2-2

Juventus (4-3-1-2):

Van Der Sar, Tudor, Juliano (44' st Ferrara), Montero, Pessotto, Zambrotta, Tacchinardi, Davids, Zidane, Inzaghi (39' Kovacevic), Del Piero (34' st Conte). (35 Carini, 3 Paramatti, 6 O'Neil, 17 Trezeguet).
Allenatore: Ancellotti.

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Aldair, Cafu, Tommasi, Zanetti (14' st Assuncao), Candela, Totti (14' st Nakata), Batistuta, Delvecchio (1' st Montella). (22 Lupatelli, 23 Rinaldi, 28 Mangone).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Braschi di Prato.
Angoli: 3-2 per la Juventus
Recupero: 1 minuto (p.t.) e 5 minuti (s.t.).
Ammoniti: Delvecchio per proteste, Tacchinardi per comportamento antiregolamentare, Juliano, Pessotto, Kovacevic, Candela e Cafu per gioco scorretto.
Espulsi: 45' st Tacchinardi e Assuncao per reciproche scorrettezze
Spettatori: 65.000

I gol:

4' pt: Zidane avanza indisturbato, accompagnato da Zanetti e crossa al centro dell'area per Del Piero che, solo soletto, di testa mette in rete.

6' pt: Inzaghi difende un pallone a meta' campo e passa a Zidane che si incunea centralmente e dal limite dell'area fa 2-0.

34' st: Nakata prende palla nel cerchio di centrocampo e scende in posizione centrale, arriva a 25 metri dalla porta e spara una bordata che buca Topo Gigio.

46' st: Ancora Nakata da fuori area, esplode un destro che Topo Gigio non trattiene, irrompe Montella che segna il 2-2.


29/04/2001 - 28^ GIORNATA (11^ di ritorno)

ROMA-LAZIE 2-2

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Aldair, Cafu, Tommasi, Zanetti (42' St Guigou), Candela, Totti, Batistuta, Delvecchio (48' St Mangone). (22 Lupatelli, 13 Bonanni, 23 Rinaldi, 7 Di Francesco, 21 Balbo).
Allenatore: Capello.

Lazio (4-5-1):

Peruzzi, Pancaro, Nesta, Mihajlovic, Favalli, Poborski (19' St Castroman), Baronio (1' St Stankovic), Baggio, Simeone (10' St Lopez), Nedved, Crespo. (22 Orlandoni, 2 Negro, 33 Colonnese, 32 Ravanelli).
Allenatore: Dino (Bucio de culo) Zoff .

Arbitro: Braschi Di Prato.
Recupero: 3 minutI (p.t.) 5 minuti (s.t.).
Angoli: 10-4 per la Lazio
Ammoniti: Totti, Pancaro, Samuel, Castroman, Crespo.
Spettatori: 77.120

IL COMMENTO:
È bastato vedere l'esultanza laziale dopo il pareggio di Castroman, per capire quanto questa Roma fa paura. Grande godimento nel vedere la squadra che ha vinto il campionato scorso, felice per aver strappato un pareggio. Scene bellissime di giocatori che si abbracciavano esultanti come se avessero vinto la Coppa dei Campioni o, meglio ancora, si fossero salvati da una retrocessione in serie B. La Lazie salvata ancora una volta dal "
cul de Zoff": l'allenatore che preferiva poposky a castroman e che faceva entrare l'argentino autore del pareggio, solo quando il ceko era costretto ad uscire per infortunio. Se non è culo questo.....

I GOL:

2' st - Delvecchio avanza sulla sinistra inseguito invano da Pancaro, cross basso al centro per Batistuta che, al volo di esterno destro, anticipa Mihajlovic e segna.

8' st - Zanetti avanza e pesca Delvecchio in area sulla sinistra. SuperMarco si allunga in spaccata tra Pancaro e Nesta e, al volo, devia in rete.

32' st - Punizione di Stankovic, Cafu respinge, palla a Nedved che tira da fuori e trafigge Antonioli.

49' st - Errore di Braschi che inverte una rimessa laterale a favore della Lazio, sugli sviluppi della quale la palla finisce in angolo. Corner per la Lazio, la palla respinta fuori area finisce sui piedi di Castroman che pareggia con un gran tiro al volo.


21/04/2001 - 27^ GIORNATA (10^ di ritorno)

UDINESE - ROMA 1-3

Udinese (3-5-2):

Turci, Gargo, Sottil, Bertotto, Genaux (1' st Alberto), Helguera, Walem, Manfredini (24' pt Diaz), Fiore, Sosa, Muzzi (24' st Iaquinta). (22 De Sanctis, 20 Zamboni, 14 Pinzi, 29 Margiotta).
Allenatore:Spalletti.

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Mangone, Aldair, Zebina, Cafu, Tommasi, Emerson (43' st Di Francesco), Candela, Nakata (37' st Zanetti), Montella (37' st Delvecchio), Batistuta. (22 Lupatelli, 13 Bonanni, 23 Rinaldi, 21 Balbo).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Farina di Novi Ligure.
Angoli: 4-4
Recupero: 2 minuti (p.t.) e 3 minuti (s.t.).
Ammoniti: Walem, Helguera, Diaz, Gargo, Sottil, Mangone, Montella.
Spettatori: 24.000

I gol:

39' pt: Duetto Montella Tommasi che entra in area e tira in porta, Turci riesce a respingere, arriva Montella che mette in rete e decolla con l'aeroplanino.

46' pt: Ancora Montella per Tommasi che, libero in area, lascia partire un sinistro potente e preciso che colpisce il palo alla sinistra di Turci e termina in retel.

22' st: Nakata apre da metà campo sulla destra per Cafu che parte sulla fascia e crossa sul secondo palo, dove trova pronto lo stesso Shogun, che aveva seguito l'azione e di destro al volo insacca.

33' st: Cross di Walem sulla sinistra per la torre Sosa che di testa anticipa tutti, compreso Antonioli, autore di un'uscita non proprio impeccabile.


14/04/2001 - 26^ GIORNATA (9^ di ritorno)

ROMA-PERUGIA 2-2

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Rinaldi (21' St Zanetti), Samuel, Zago, Cafu, Tommasi, Emerson, Candela, Totti, Delvecchio (1' St Montella), Batistuta (22 Lupatelli, 6 Aldair, 28 Mangone, 25 Guigou, 21 Balbo).
Allenatore: Capello.

Perugia (3-5-2):

Mazzantini, Rivalta, Materazzi, Di Loreto, Ze' Maria, Tedesco, Liverani, Baiocco, Pieri (14' St Milanese), Saudati (39' St Petrachi), Vryzas (14' St Blasi) (1 Tardioli, 6 Sogliano, 30 Goretti, 8 Ahn).
Allenatore: Cosmi .

Arbitro: Bolognino di Milano.
Recupero: 3 minutI (p.t.) 4 minuti (s.t.).
Angoli: 13-3 per la Roma
Ammoniti: Zago, Totti, Samuel e Rivalta per gioco falloso; Materazzi per proteste; Mazzantini per comportamento non regolamentare.
Spettatori: 61.128

IL COMMENTO:
Il presidente Sensi in settimana aveva parlato di "Venti del nord", (suscitando le ire della stampa milanese e di torino, tirata direttamente in ballo, e di quegli pseudo-opinionisti che intingono settimanalmente il biscotto nella tazza delle polemiche, da loro stessi sapientemente montate), riguardo le "particolari" attenzioni alle quali è sottoposta la Roma prima in classifica: posticipi, campi neutri, interrogatori fiume da parte della magistratura ordinaria per le indagini sui passaporti. Oggi allo stadio Olimpico c'è stata l'attestazione di stima del Popolo Giallorosso al suo Presidente che, alla luce di quanto si è visto in campo, ha pienamente ragione. L'individuo (non possiamo definirlo arbitro) che oggi ha diretto la partita, ha negato nell'ordine: 1 rigore al Perugia per fallo di Zago su Materazzi; 1 rigore (doppio) per fallo di mani su colpo di testa di Batistuta e nel prosieguo, atterramento di Delvecchio da parte di Mazzantini; 1 rigore (con conseguente espulsione per fallo da ultimo uomo) per atterramento di Candela lanciato a rete; 1 rigore per fallo (plateale) di Milanese (forse perdonato dall'arbitro a causa del cognome) su Batistuta che calciava in rete. Verrà ricordato però, su questo c'è da scommetterci, soprattutto il fallo di mano di Montella in occasione del pareggio.

I GOL:

44' pt - Baiocco da 25 metri sorprende Antonioli e mette la palla all'incrocio dei pali.

8' st - Totti dal limite dell'area tira in diagonale e batte Mazzantini.

33' st - Un colpo di testa indietro di Zago costringe Antonioli ad uscire sulla palla che, fermata dall'acqua, gli scivola dalle mani; arriva Saudati e mette in rete.

45' st - Mischia davanti alla porta del Perugia. Batti, ribatti e rimpalli vari (Montella tocca anche di mano); l' ultimo tocco e' di Tedesco: autogol.


9/04/2001 - 25^ GIORNATA (8^ di ritorno)

FIORENTINA- ROMA 3-1

Fiorentina (4-4-1-1):

Toldo, Repka, Adani, Lassissi, Moretti (26' St Torricelli), Di Livio, Cois (1' St Bressan), C.Amoroso, M.Rossi (44' St Pierini), Rui Costa, Chiesa. (33 Taglialatela, 9 Leandro, 11 Rossitto, 21 Nuno Gomes).
Allenatore: Mancini.

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Mangone, Cafu, Tommasi (24' St C.Zanetti), Emerson, Candela, Totti, Batistuta, Delvecchio (14' St Montella). (22 Lupatelli, 26 De Rossi, 21 Balbo, 23 Rinaldi, 25 Guigou).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Farina di Novi Ligure.
Angoli: 12-5 per la Roma.
Recupero: 0 minuti (p.t.) e 5 minuti (s.t.).
Ammoniti: Cois, Emerson, Zebina, C.Amoroso, Torricelli e Totti per gioco falloso.
Spettatori: 36.000. (35.000 spettatori hanno assistito alla partita dai tabelloni dell'Olimpico)

I gol:

12' pt: Presunto fallo di Samuel su Moretti. Punizione dal vertice sinistro del limite dell'area: gran tiro, forte e a girare di Chiesa, che si infila sotto l'incrocio dei pali, alla destra di Antonioli.

30' pt: angolo di Totti, sbuca Emerson che, dall'area piccola, schiaccia di testa in rete.

12' st: Cross dalla sinistra di Moretti, Candela, nel tentativo di anticipare l'accorrente Bressan, di testa infila Antonioli.

37' st: Azione Rui Costa-Amoroso-Chiesa chiusa, sul filo del fuorigioco, con un tiro al volo poco dentro l'area dell'ex parmense. Niente da fare per Antonioli.


1/04/2001 - 24^ GIORNATA (7^ di ritorno)

ROMA-VERONA 3-1

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina (1 St Rinaldi), Samuel, Zago, Cafu, Emerson, Zanetti (1' St Tommasi), Candela, Totti , Montella (37 St Di Francesco), Batistuta. (Lupatelli, Mangone, Guigou, Balbo).
Allenatore: Capello.

Verona (4-5-1):

Ferron, Oddo, Laursen, Apolloni, Teodorani (30 St Cvitanovic), Camoranesi, G.Colucci (33 St Franceschetti), L.Colucci, Salvetti, Melis, Bonazzoli (18 St Gilardino). (22 Doardo, 9 Lanzaro, 18 Mazzola, 11 Adailton).
Allenatore: Perotti.

Arbitro: Braschi di Prato.
Recupero: 1 minuto (p.t.) 4 minuti (s.t.).
Angoli: 4-3 per la Roma
Ammoniti: Teodorani, G. Colucci, L. Colucci per gioco falloso, Zago per fallo di mano volontario.
Spettatori: 62.235 (e giocavamo con il Verona!)

IL COMMENTO:
Dopo una buona partenza, con occasioni non sfruttate da Batistuta e Montella, arriva la doccia fredda del gol veronese, in quasi contemporanea con il vantaggio della juventus sul Brescia: Juve a -4. La Roma Ŕ sembrata frastornata, concedendo almeno altre due occasioni al Verona, prima dello scadere del tempo. Nella ripresa Capello cambia Zebina con Rinaldi e Zanetti con Tommasi. È subito un'altra Roma: in un quarto d'ora fa tre gol e liquida la pratica. La ciliegina arriva per˛ a 5 minuti dalla fine, salutata con un boato dello stadio: a Torino, Baggio,
con uno splendido gol, pareggia per il Brescia. Juve-9. Nel posticipo serale invece, il Milan batte la lazie per 1-0. Nota simpatica: Negro, a due minuti dalla fine, a porta vuota, non riesce a pareggiare; stregato da Rossi? Fosse stato davanti a Peruzzi, non avrebbe fallito! Comunque, lazie -12 (brrrrr).

I GOL:

27' pt - Un buonissimo Oddo (lo vedrei bene l'anno prossimo alla Roma) effettua un cross dalla destra, Antonioli sbaglia l'uscita ingannando Zago che tocca appena la palla; braccio-spalla di Camoranesi e 1 a 0 per il Verona.

10' st - Mentre Totti sta rientrando dal fuorigioco, viene lanciato da Candela, il capitano crossa al centro di esterno destro per Montella, ma Ŕ Apolloni (in tuffo come "Top Gun") a toccarla: autogol.

16' st - Ha inizio lo show di Cafu: cross rasoterra per Batistuta che, al centro dell'area piccola, batte al volo e insacca.

27' st - Zago per Totti che lancia Cafu; il "Pendolino" salta tutta la difesa gialloblu e effettua un cross perfetto per la testa di Montella che schiaccia in rete e fa l'aeroplanino.


18/03/2001 - 23^ GIORNATA (6^ di ritorno)

REGGINA- ROMA 0-0

Reggina (3-5-2):

Taibi, Jiranek, Vargas, Caneira, Vicari, Zanchetta (26' St Veron), Brevi, Mamede (38' St Mozart), Morabito (10' St Bernini), Cozza, Dionigi. (22 Belardi, 32 Nassi, 11 Marazzina, 17 Da Costa).
Allenatore: Orlandi. (Colomba in tribuna per squalifica)

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Aldair, Samuel, Zago, Cafu, Tommasi (37' St Assuncao), Emerson, Candela, Totti, Montella, Delvecchio (8' Guigou, 24' St Zanetti). (22 Lupatelli, 28 Mangone, 7 Di Francesco, 21 Balbo).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Trentalange.
Angoli: 6 a 1 per la Roma.
Recupero: 3 minuti (p.t.) e 5 minuti (s.t.).
Ammoniti: Samuel, Morabito, Mamede, Cafu, Totti per gioco falloso.
Spettatori: 25.072.

IL COMMENTO:
Poco da dire su una partita che ha offerto pochi spunti alla cronaca. La Roma perde subito Delvecchio per infortunio (8' Guigou) e viene bloccata sullo 0-0 da una buona Reggina che riesce a bloccare Totti e Emerson e a rendersi pericolosa in diverse occasioni con Dionigi. Tutto sommato il risultato fa comodo alla Roma che guadagna un punto sulla juve (seconda a -7), anche se ne perde 2 sulla lazie (terza a -9).


11/03/2001 - 22^ GIORNATA (5^ di ritorno)

ROMA - BRESCIA 3-1

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Zago, Cafu, Tommasi (19' st Zanetti), Assuncao (10' st Emerson), Candela, Totti, Montella, Delvecchio (36' st Nakata) (22 Lupatelli, 6 Aldair, 23 Rinaldi, 21 Balbo).
Allenatore: Capello.

Brescia (3-5-2):

Castellazzi, Petruzzi, Calori, Bonera, Diana, Bisoli, Pirlo, Yllana (42' st Guana), Bachini (33' st Kozminski), Baggio (33' st Tare), Hubner (1 Srnicek, 21 Galli, 17 E.Filippini, 31 Esposito).
Allenatore: Carletto "Magara" Mazzone.

Arbitro: Bolognino di Milano.
Recupero: 1 minuto (p.t.) 5 minuti (s.t.).
Angoli: 5-5
Ammoniti: Assuncao, Petruzzi, Calori, Zebina.
Espulso: 27' st Petruzzi (doppia amm.).
Spettatori: 60.586.

IL COMMENTO:
Prosegue la marcia della Roma, della quale tiene il passo (1-0 con affanno contro la Reggina), solo la Juve. La Lazie, battuta al Dallara da un Bologna perfetto e da un Signori straripante (..e segna sempre lui....) da l'addio ai suoi sogni di gloria, per ammissione del suo allenatore Dino Zoff. Come a dire: "Non sempre il culo paga!"

I GOL:

21' pt - Punizione concessa per fallo di Petruzzi su Totti. Calcia Assuncao da 25 metri e la sua parabola e' imprendibile per Castellazzi.

30' pt - Punizione di Bachini dalla sinistra, confusione in area giallorossa: Yllana anticipa Zago spinto da Calori e di testa mette in rete.

24' st - Totti lancia Delvecchio, l' attaccante sbaglia tutto davanti a Castellazzi, ma irrompe Montella che mette dentro.

44' st - Azione tutta di prima, Totti-Emerson-Montella. l' aeroplanino difende il pallone, entra in area, supera Calori, cambia piede e di destro segna il 3-1.


4/03/2001 - 21^ GIORNATA (4^ di ritorno)

ROMA - INTER 3-2
(ore 20.30)

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Zago, Tommasi, Asuncao, Guigou, (23' st Di Francesco), Candela, Totti, Montella (43' st Aldair), Delvecchio. (22 Lupatelli, 23 Rinaldi, 28 Mangone, 8 Nakata, 21 Balbo).
Allenatore: Capello.

Inter (4-4-2):

Frej, Cirillo, Blanc, Cordoba, Serena, Brocchi, (9' st Jugovic), Di Biagio (28' st Farinos), Zanetti, Dalmat, Vieri, Recoba, (38' st Sukur). (22 Ballotta, 24 Gresko, 21 Ferrari, 11 Ferrante).
Allenatore: Tardelli.

Arbitro: Collina di Viareggio.
Recupero: 2 minuti (p.t.) 4 minuti (s.t.).
Angoli: 6-3 per la Roma
Ammoniti: Di Biagio e Delvecchio per gioco scorretto.
Espulso: Cirillo per doppia ammonizione al 45' st.
Spettatori: 66.212.

IL COMMENTO:
Ai due squilli di Lazio (che culo a Brescia!) e Juventus (contro un Udinese da retrocessione!), risponde la Roma con un 3-2 sull'Inter che lascia invariate le distanze in testa alla classifica: 6 punti sulla seconda (juve) e 8 punti sulla terza (lazie).

La Roma inizia subito in attacco, ma al primo affondo l'Inter va in gol. Recoba va via sulla destra e crossa sul secondo palo per l'accorrente Vieri che tira trovando lo spazio tra il palo e Antonioli: e' il decimo minuto.

I nerazzurri si rintanano nuovamente, ma Asuncao due minuti piu' tardi calcia da trenta metri una punizione velenosa. La palla calciata in maniera non irresistibile verso la porta, finisce alle spalle di Frej colpevole, ma ingannato dal tentativo di deviazione di Montella.

La stessa coppia (Asuncao-Montella) protagonista al 28': punizione del brasiliano, Frej battuto, ma la traversa respinge. Montella e' rapidissimo a ribadire di testa e l'Aeroplanino torna a volare.

Al secondo minuto di recupero, la beffa: ancora Recoba innesca Vieri in contropiede. Il bambacione fa mezzo campo inseguito, (ma non raggiunto), da Zebina e Samuel e sigla la rete del momentaneo pareggio. Quello che mercoledý contro l'Argentina era sembrato la controfigura di Oliver Hardy, contro la Roma si dimostra un'arma infallibile: due palle giocate=due gol (e due "l'anima de' li mort...").

Ripresa ancora totalmente giallorossa con un palo di Totti e qualche protesta per un braccio in area di Dalmat. Finalmente il ritorno in campo di Eusebio Di Francesco dopo l'infortunio e, a 5 minuti dalla fine il gol decisivo di Montella, ancora di testa.


25/02/2001 - 20^ GIORNATA (3^ di ritorno)

VICENZA- ROMA 0-2
(Udine, campo neutro)

Vicenza (3-4-2-1):

Sterchele, Cardone, Zanchi, Tomas, Comotto (37' st Esposito), Firmani, Dabo (30' st Brncic), Dal Canto, Sommese (36' st Rossi), Zauli, Toni (22 Santarelli, 11 Beghetto, 8 Benardini, 17 Jeda).
Allenatore: Reja.

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Zebina, Samuel, Zago, Cafu, Zanetti (21' st Tommasi), Emerson, Candela, Totti (43' st Guigou), Batistuta (35' pt Montella), Delvecchio (22 Lupatelli, 23 Rinaldi, 28 Mangone, 5 Assuncao).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Cesari di Genova.
Angoli: 6 a 4 per la Roma.
Recupero: 2 minuti (p.t.) e 3 minuti (s.t.).
Ammoniti: Zago, Emerson, Toni, Firmani, Delvecchio, Zauli.
Spettatori: 11.000 circa.

I GOL:

34' st - Tommasi ruba palla a centrocampo e passa a Montella che, a 30 metri dalla porta, lascia partire un sinistro imprendibile.

35' pt - sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la palla arriva a Emerson. Il Puma tira subito, trovando lo spiraglio tra una selva di gambe .


18/02/2001 - 19^ GIORNATA (2^ di ritorno)

ROMA - LECCE 1-0

Roma (3-4-3):

Antonioli, Zago, Samuel, Mangone, Tommasi, Assuncao (11' St Guigou), Emerson, Candela, Montella (39' St Balbo S.V.), Batistuta, Delvecchio (29' St Rinaldi). (22 Lupatelli, 30 Bovo, 7 Di Francesco, 16 D'agostino).
Allenatore: Capello.

Lecce (1-3-4-2):

Chimenti, Malusci (34' St Vasari), Colonnello, Savino, Dainelli (39' St Vucinic), Balleri, Giorgetti, Ingesson, Tonetto, Lucarelli, Vugrinec.(12 Manitta, 16 Fissore, 27 Pivotto, 25 Testa, 15 Mateo).
Allenatore: Cavasin.

Arbitro: Messina di Bergamo
Recupero: 2 minuti (p.t.) 3 minuti (s.t.).
Angoli: 4-3 per il Lecce
Ammoniti: Lucarelli per proteste, Dainelli per comportamento antiregolamentare.
Spettatori: 58.275.

IL GOL:

24' st - punizione dalla trequarti battuta da Candela verso il palo alla destra di Chimenti; Samuel colpisce di testa in tuffo e segna.


11/02/2001 - 18^ GIORNATA (1^ di ritorno)

BOLOGNA- ROMA 1-2

Bologna (4-4-2):

Pagliuca, Castellini (1' st Brioschi), Bia, Padalino, Falcone, Binotto, Olive (40' pt Cipriani), Lima, Nervo, Locatelli (28' st Piacentini), Signori. (12 Coppola, 16 Gamberini, 15 Maresca, 25 Oliveira).
Allenatore: Guidolin.

Roma (3-4-1-2):

Antonioli, Rinaldi (11' st Mangone), Samuel, Zago, Cafu', Emerson, Tommasi, Candela, Nakata (28' st Guigou), Delvecchio (1' st Montella), Batistuta. (22 Lupatelli, 7 Di Francesco, 16 D'Agostino, 21 Balbo).
Allenatore: Capello.

Arbitro: Racalbuto di Gallarate (Varese).
Angoli: 5-1 per il Bologna.
Recupero: 1 minuto (p.t.) e 3 minuti (s.t.).
Ammoniti: Rinaldi, Samuel, Lima.
Spettatori: 37.000 circa.
Espulso: 22' pt Binotto (fallo di reazione su Emerson).

I GOL:

11' pt - Fallo in area di Nervo su Tommasi. Rigore battuto da Batistuta che supera Pagliuca con un forte rasoterra centrale.

35' pt - un cross di Candela taglia l'area rossoblu' per Cafu' che tira, la difesa respinge e la palla arriva a Emerson. Il "Puma" si aggiusta la palla e, da una decina di metri, trafigge Pagliuca con un destro violento .

6' st - Punizione di Signori dalla sinistra, Brioschi di testa anticipa tutti e manda la palla in rete.